Statuto

28 ottobre 2009

statuto

L’Associazione di tipo socio-culturale, apolitico e aconfessionale, non ha fini di lucro ed ha per scopo l’operare nel campo sociale e cooperativistico al fine di promuovere:

  • lo sviluppo di una cultura e di una sensibilità che mirino al rispetto dei diritti dell’uomo;
  • la salvaguardia della natura e delle sue risorse;
  • il consumo e la diffusione di prodotti biologici, naturali, eco-compatibili;
  • il sostegno di piccoli produttori biologici o eco-compatibili stabilendo con essi rapporti diretti che garantiscano un’equa remunerazione;
  • l’attività di promozione degli scopi sopra richiamati tra i soci e anche nei confronti di non soci verso i quali l’associazione potrà anche svolgere l’attività sociale.

Gli strumenti utilizzati sono:

  • acquisti collettivi di prodotti. A tal fine, per  decidere quali prodotti acquistare, si stabilisce che la maggioranza necessaria è il 50% più uno dei presenti alla votazione in assemblea (sono accettate le deleghe). L’assemblea deve decidere la periodicità di acquisto dei vari prodotti per ottimizzare l’acquisto stesso.
  • I delegati all’acquisto sono tali su base volontaria e non hanno diritto a rimborsi spese. Essi non possono essere considerati responsabili della qualità dei prodotti acquistati (specie se freschi). A tale scopo si raccomanda la puntualità e rapidità dei soci nel ritiro dei prodotti, per non approfittare troppo della cortesia del socio “magazziniere” e per evitare spiacevoli conseguenze con prodotti deteriorabili.
  • Promozione di bevande ed alimenti biologici, nonché prodotti eco-compatibili e delle loro tecniche di produzione ed utilizzo.
  • Diffusione di prodotti provenienti dalla cooperazione sociale.
  • Gestione di un locale dove poter tenere le assemblee del GAS (di norma una volta al mese), il deposito temporaneo e la distribuzione tra i soci dei prodotti acquistati un corrispettivo forfettario  per ogni assemblea/mese di attività, il cui importo è da decidersi di anno in anno e viene ripartito fra tutti i soci.
  • Informazione e formazione ai soci nel campo alimentare biologico e nei settori ad esso collegati (modalità di produzione e di distribuzione, impatto ambientale, consumo responsabile e sostenibile ecc…).
  • Collaborazione con altre Associazioni, gruppi, aziende agricole, istituzioni sia pubbliche che private e di qualsiasi nazionalità, purché perseguenti finalità analoghe o comunque in sintonia con gli ideali del nostro GAS.
  • Una adeguata struttura economica basata su versamenti dei soci, in quote libere e personali, che vengono raccolti da un tesoriere che organizza tutti i pagamenti. Il tesoriere dovrà, nelle assemblee, rendere conto delle operazioni e della situazione finanziaria del momento dei singoli soci, e ha l’autorità di chiedere la regolarizzazione di eventuali posizioni debitorie

Sulla questione di cosa significhi essere socio del GAS, siamo arrivati alla conclusione che – almeno per ora – non vogliamo promuovere i “semplici acquirenti”, che non partecipano alle riunioni e magari sono interessati a un solo tipo di prodotti. Preferiamo l’idea di un gruppo che cammini insieme anche dal punto di vista della “formazione”, della sensibilità e del confronto diretto, personale (idee, punti vista, conoscenze, criteri per la scelta dei prodotti ecc…).

I commenti sono chiusi.